Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Arasys il Ven 3 Gen 2014 - 21:05

Buona sera a tutti dryma , dopo un anno di gioco con il mio primo PG di isylea DREAMON , ho deciso di cambiare vita , l'ambientazione Dryma però mi gasa troppo la liberta di scegliere la difficoltà di vivere in queste terra, dunque ho chiesto il cambio per un PG Uryen.

Eshless a tutti i miei carissimi compagnio di viaggio yerba!!!!(e vi prego non odiatemi , ma se continuavo con Dreamon mi stufavo quindi che gioco sarebbe ?)
avatar
Arasys


Scheda PG
Razza/Tribù: Dryma - Thrangar Dryma - Thrangar
Niubbo: nato niubbo
Posizione Sociale: BABBO ARASYS L'ARTIGIANO

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da menoa il Ven 3 Gen 2014 - 21:42

bella pe te  Cool
avatar
menoa


Scheda PG
Razza/Tribù: Dryma - Bahel Dryma - Bahel
Niubbo:
Posizione Sociale: sputo di ermellino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Arasys il Ven 3 Gen 2014 - 21:45

tomerok ha scritto:bella pe te  Cool

Bella anche pe te bounce 
avatar
Arasys


Scheda PG
Razza/Tribù: Dryma - Thrangar Dryma - Thrangar
Niubbo: nato niubbo
Posizione Sociale: BABBO ARASYS L'ARTIGIANO

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Yenazir il Sab 4 Gen 2014 - 0:41

l'importante è che resti un peloso selvaggio barbaro! Razz

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Klov il Sab 4 Gen 2014 - 10:27

E cosi muore la tribù Yerba... XD
Scherzo rimangono ancora Shartan e Tomerok... Buon tutto Artigiano...
Chi farà le armi per la tribù ora? Razz
Ciau ci incontreremo in game non appena si decidono a cambiarmi pg... XD

_________________
Arasys ti spiega 'Ricorda una cosa'

Dici sottovoce portando la mano destra chiusa a pugno al petto 'Ombre'

Porgi la tua attenzione verso Arasys

Arasys ti spiega 'Scosta il lembo della tenda per uscire tekumses'

---------------------------------------------------------

Seamair dice con accento lievemente biascicato a Alevor 'Se ti trasferisci
con noi, non sei solo di sicuro'

Alevor dice ammiccando a Seamair 'Sono sempre solo'

Seifer dice scherzosamente a Alevor 'Mal accompagnato si,ma non solo'

Raskol: elynn/lupogrigio sei la vergogna dei player ed un essere umano veramente indegno. Cit.

04 Febbraio 2017 - Raskol: 15 giorni di BAN dal forum per insulti.
avatar
Klov


Scheda PG
Razza/Tribù: Dryma - Thrangar Dryma - Thrangar
Niubbo: Il migliore!
Posizione Sociale: Cucciolo sterminacinghiali.

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Sargon il Sab 4 Gen 2014 - 19:40

aahaaa 
avatar
Sargon


Scheda PG
Razza/Tribù:
Niubbo: Si, tantissimo.
Posizione Sociale: Aspirante Spammer

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Ishbalank il Sab 4 Gen 2014 - 19:47

Sargon ha scritto:aahaaa 
 I love you 
avatar
Ishbalank


Scheda PG
Razza/Tribù: Dryma - Thrangar Dryma - Thrangar
Niubbo: Si, tantissime.
Posizione Sociale: 69

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Morhca! il Ven 10 Gen 2014 - 7:00

il conto alla rovescia e' partito
avatar
Morhca!


Scheda PG
Razza/Tribù: Dryma - Uryen Dryma - Uryen
Niubbo: Sempre stato
Posizione Sociale: Guardiano

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Ishbalank il Ven 10 Gen 2014 - 14:22

uniamoci tutti nel vento vi guiderò nello sticazzi
avatar
Ishbalank


Scheda PG
Razza/Tribù: Dryma - Thrangar Dryma - Thrangar
Niubbo: Si, tantissime.
Posizione Sociale: 69

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Sargon il Ven 10 Gen 2014 - 22:47

ecco un'apparizione di yamabushi
http://www.youtube.com/watch?v=lpYSFPO7pqw
avatar
Sargon


Scheda PG
Razza/Tribù:
Niubbo: Si, tantissimo.
Posizione Sociale: Aspirante Spammer

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Eil il Mer 1 Feb 2017 - 16:49

Squatterò questo topic per dire che Yhowl passa dalla via dei parlaspiriti alla via del randagismo... E che questa è dunque la sua ultima luna in terre dryma.

Ringrazia molto (e io anche) chiunque abbia avuto la pazienza di raccontargli/insegnargli cose. Ringrazia anche chiunque abbia avuto la pazienza (ancora > ) di farsi raccontare cose Razz .

Poi però dico anche che se Yhowl termina il suo sentiero, io invece suppongo di ricomparire a breve gestendo un dryma altro.

Infine, per non smentirmi, giammai posterò un post così breve e sintetico, perciò aggiungo in spoiler storiella del rientro di Yhowl dopo la sua prova... Roba scritta perchè 'boh, a qualcosa prima o poi servirà o.O ...'
Invece non è servita assolutamente a niente o.O e allora, prima di cestinarla, ve la propin... ehm... propongo Smile

Rientro del Segugio:
[+] È la notte di un qualche sole del 181° autunno

Rientra nella tenda con i calli sotto ai piedi un po’ più spessi rispetto al sole precedente.
Nyiol, un piccolo cane selvatico che stava già fiutando attentamente l’aria, muove appena percettibilmente e asimmetricamente le orecchie appuntite e si alza, andando verso di lui. Si ferma, china il muso e lo guarda con quella che sembra una spessa diffidenza.
Yhowl si accovaccia a una mezza zampa di distanza, pianta gli occhi nella prima crepa che individua nella terra secca e polverosa e allunga una mano in direzione del cane, per permettergli di fiutarlo e riconoscerlo.
Non appena Niyol accenna un dondolio festoso di coda, il dryma gli stropiccia il muso con una carezza. Si siede e si accuccia comodo e aspetta che il suo singolare branco si decida e accetti di fargli le feste.
Solo allora Yhowl si scusa, si prende le rituali musate in faccia di rimprovero e attende pazientemente che il cane si acciambelli accanto a lui.
Fra una grattata alle orecchie e una alla pancia comincia a raccontare, latrando a voce bassa:
“Non potevo portarti con me, sai? Tu mi avresti aiutato, e io dovevo proprio dimostrare che invece sono capace di reggermi anche solo sulle mie zampe.
Segugio. Segugio è una parola che fa paura, sai? Voglio dire, implica una misura di dignità. È anche un nome di Padre Thrangar. A volte lo chiamiamo proprio Segugio Spettrale… Ma sì, che lo sai. Alla fine tu sai più cose di me…”
Yhowl china il muso e osserva il cane dormicchiare, cullato dal suo abbaiare basso e appena roco, accanto a lui. E continua la sua storiella di notte quieta.
“È questo che fa paura. Vuol dire smettere di essere cuccioli e andare avanti, ha un peso. E non so se le mie spalle saranno in grado di sorreggerlo. Gli Spiriti sono stati clementi: mi hanno dato fiducia e mi hanno permesso di ritornare al campo con tutto il necessario. E gli Spiriti non sbagliano… Però…
Però io non so ancora quale via posso intraprendere…
E non sai, non sai quante volte mi sono sentito cucciolo, mentre sono stato via. C’era un gelo che non avevo mai provato. E il buio. Non erano ombre, era niente che velava anche la fiamma delle torce e la avvolgeva. Mentre… Mentre… In ogni momento, sai?
E non riuscivo a prendere il manto delle prede, e se ci riuscivo poi non riuscivo a ridurne i pezzi. Mi bucavo le zampe, cercando di cucire qualcosa con cui vestirmi, ancora più che danzando con le prede e riaprivo i tagli e i graffi chiusi, impolverati, che bruciavano.
E come bruciavano… Ero davvero incredulo e stupito: tagli e ferite più grandi e più profondi, che cambiano il disegno delle cicatrici sulla mia pelle da che ho memoria, mai erano stati così dolorosi.
E, dopo il buio, la luce. E quella era accecante. E allora rimpiangevo le lune. Magari è solo che stavo male: la Cascata non aiuta in queste situazioni, immagino. Però, anche quando mi sono incamminato a nord per rientrare, determinato a terminare questa prova, io sapevo d’essere un cucciolo del branco. Certo, sapevo anche, e so ancora, che un sole mi sentirò una zampa adulta, che ti credi?
Però, sai cosa? Un paio di momenti mi hanno aiutato…
Ho visto un branco di fratelli selvaggi danzare con un cavallo… Cioè, un branco, un branco alla fine. All’inizio era uno solo, e poi ha chiamato i suoi fratelli, e le sue sorelle. Ed è stata una danza lunga e feroce e struggente. Ognuno ha fatto la sua parte. E io sono diventato di pietra. Perchè non potevo fare altro se non cercare di apprendere. E non c’era niente da fare, se non forse ridere o piangere. O entrambe. Ma non potevo, perchè era un graffito dipinto in modo ineccepibile, e io non vi ero ritratto. Però ho avuto l’opportunità di vederlo e di studiarlo. E ho fatto pace con le ombre: era buio, ma mi sono accorto che il mio sguardo, aiutato dall’udito e dall’olfatto, riusciva a cogliere tutte le sagome e i movimenti.
L’altro aiuto, invece, l’ho ricevuto fermandomi a riposare all’altare della Lupa. Le ho portato un cuore di un daino, ho guardato il sangue macchiare la roccia sovrapponendosi ad altre chiazze di sangue rappreso, colato giù da offerte precedenti. E ho pregato. E ho sentito gli Spiriti vicini a me… E più percepivo loro vicini, più il male del corpo nuovo donatomi dal risveglio alla Cascata si affievoliva.”
Il dryma si zittisce, si alza e si china a scuotere dolcemente il cane addormentato.
“Andiamo, il cielo si fa quasi chiaro. Non so che via prenderò, ma qualcosa farò. Ed è una consapevolezza che va ululata alle lune. E questa volta tu puoi aiutarmi e io ne ho bisogno: ululi abilmente quasi quanto me… Seguimi, su.”
Il cane, che stava domendo bene, ma proprio tanto bene, rapido spalanca gli occhi e sul muso gli muore un inutile ringhio preventivo. Osserva il dryma, si stiracchia e poi si scuote per un momento. Muove un passo avanti e si volta per fissare Yhowl ancora un breve attimo prima di precederlo, avviandosi svelto nella notte che ancora danza da predatrice con l’alba.
avatar
Eil


Scheda PG
Razza/Tribù: Dryma - Uryen Dryma - Uryen
Niubbo: Niubbabbestia
Posizione Sociale: Eh?!

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Boghart il Mer 1 Feb 2017 - 18:12

Yhowl ha scritto:Squatterò questo topic per dire che Yhowl passa dalla via dei parlaspiriti alla via del randagismo... E che questa è dunque la sua ultima luna in terre dryma.

Ringrazia molto (e io anche) chiunque abbia avuto la pazienza di raccontargli/insegnargli cose. Ringrazia anche chiunque abbia avuto la pazienza (ancora > ) di farsi raccontare cose Razz .

Poi però dico anche che se Yhowl termina il suo sentiero, io invece suppongo di ricomparire a breve gestendo un dryma altro.

Infine, per non smentirmi, giammai posterò un post così breve e sintetico, perciò aggiungo in spoiler storiella del rientro di Yhowl dopo la sua prova... Roba scritta perchè 'boh, a qualcosa prima o poi servirà o.O ...'
Invece non è servita assolutamente a niente o.O e allora, prima di cestinarla, ve la propin... ehm... propongo Smile

Rientro del Segugio:
[+] È la notte di un qualche sole del 181° autunno

Rientra nella tenda con i calli sotto ai piedi un po’ più spessi rispetto al sole precedente.
Nyiol, un piccolo cane selvatico che stava già fiutando attentamente l’aria, muove appena percettibilmente e asimmetricamente le orecchie appuntite e si alza, andando verso di lui. Si ferma, china il muso e lo guarda con quella che sembra una spessa diffidenza.
Yhowl si accovaccia a una mezza zampa di distanza, pianta gli occhi nella prima crepa che individua nella terra secca e polverosa e allunga una mano in direzione del cane, per permettergli di fiutarlo e riconoscerlo.
Non appena Niyol accenna un dondolio festoso di coda, il dryma gli stropiccia il muso con una carezza. Si siede e si accuccia comodo e aspetta che il suo singolare branco si decida e accetti di fargli le feste.
Solo allora Yhowl si scusa, si prende le rituali musate in faccia di rimprovero e attende pazientemente che il cane si acciambelli accanto a lui.
Fra una grattata alle orecchie e una alla pancia comincia a raccontare, latrando a voce bassa:
“Non potevo portarti con me, sai? Tu mi avresti aiutato, e io dovevo proprio dimostrare che invece sono capace di reggermi anche solo sulle mie zampe.
Segugio. Segugio è una parola che fa paura, sai? Voglio dire, implica una misura di dignità. È anche un nome di Padre Thrangar. A volte lo chiamiamo proprio Segugio Spettrale… Ma sì, che lo sai. Alla fine tu sai più cose di me…”
Yhowl china il muso e osserva il cane dormicchiare, cullato dal suo abbaiare basso e appena roco, accanto a lui. E continua la sua storiella di notte quieta.
“È questo che fa paura. Vuol dire smettere di essere cuccioli e andare avanti, ha un peso. E non so se le mie spalle saranno in grado di sorreggerlo. Gli Spiriti sono stati clementi: mi hanno dato fiducia e mi hanno permesso di ritornare al campo con tutto il necessario. E gli Spiriti non sbagliano… Però…
Però io non so ancora quale via posso intraprendere…
E non sai, non sai quante volte mi sono sentito cucciolo, mentre sono stato via. C’era un gelo che non avevo mai provato. E il buio. Non erano ombre, era niente che velava anche la fiamma delle torce e la avvolgeva. Mentre… Mentre… In ogni momento, sai?
E non riuscivo a prendere il manto delle prede, e se ci riuscivo poi non riuscivo a ridurne i pezzi. Mi bucavo le zampe, cercando di cucire qualcosa con cui vestirmi, ancora più che danzando con le prede e riaprivo i tagli e i graffi chiusi, impolverati, che bruciavano.
E come bruciavano… Ero davvero incredulo e stupito: tagli e ferite più grandi e più profondi, che cambiano il disegno delle cicatrici sulla mia pelle da che ho memoria, mai erano stati così dolorosi.
E, dopo il buio, la luce. E quella era accecante. E allora rimpiangevo le lune. Magari è solo che stavo male: la Cascata non aiuta in queste situazioni, immagino. Però, anche quando mi sono incamminato a nord per rientrare, determinato a terminare questa prova, io sapevo d’essere un cucciolo del branco. Certo, sapevo anche, e so ancora, che un sole mi sentirò una zampa adulta, che ti credi?
Però, sai cosa? Un paio di momenti mi hanno aiutato…
Ho visto un branco di fratelli selvaggi danzare con un cavallo… Cioè, un branco, un branco alla fine. All’inizio era uno solo, e poi ha chiamato i suoi fratelli, e le sue sorelle. Ed è stata una danza lunga e feroce e struggente. Ognuno ha fatto la sua parte. E io sono diventato di pietra. Perchè non potevo fare altro se non cercare di apprendere. E non c’era niente da fare, se non forse ridere o piangere. O entrambe. Ma non potevo, perchè era un graffito dipinto in modo ineccepibile, e io non vi ero ritratto. Però ho avuto l’opportunità di vederlo e di studiarlo. E ho fatto pace con le ombre: era buio, ma mi sono accorto che il mio sguardo, aiutato dall’udito e dall’olfatto, riusciva a cogliere tutte le sagome e i movimenti.
L’altro aiuto, invece, l’ho ricevuto fermandomi a riposare all’altare della Lupa. Le ho portato un cuore di un daino, ho guardato il sangue macchiare la roccia sovrapponendosi ad altre chiazze di sangue rappreso, colato giù da offerte precedenti. E ho pregato. E ho sentito gli Spiriti vicini a me… E più percepivo loro vicini, più il male del corpo nuovo donatomi dal risveglio alla Cascata si affievoliva.”
Il dryma si zittisce, si alza e si china a scuotere dolcemente il cane addormentato.
“Andiamo, il cielo si fa quasi chiaro. Non so che via prenderò, ma qualcosa farò. Ed è una consapevolezza che va ululata alle lune. E questa volta tu puoi aiutarmi e io ne ho bisogno: ululi abilmente quasi quanto me… Seguimi, su.”
Il cane, che stava domendo bene, ma proprio tanto bene, rapido spalanca gli occhi e sul muso gli muore un inutile ringhio preventivo. Osserva il dryma, si stiracchia e poi si scuote per un momento. Muove un passo avanti e si volta per fissare Yhowl ancora un breve attimo prima di precederlo, avviandosi svelto nella notte che ancora danza da predatrice con l’alba.

NOOOOOOOOOOO
avatar
Boghart


Scheda PG
Razza/Tribù: Dryma - Bahel Dryma - Bahel
Niubbo: Dopo 5 anni muoio ancora affogato
Posizione Sociale: Capatost

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Il fantasma di Ferdix il Gio 2 Feb 2017 - 5:01

Bel racconto! Complimenti =)
avatar
Il fantasma di Ferdix
Moderatore
Moderatore


Scheda PG
Razza/Tribù: Dryma - Thrangar Dryma - Thrangar
Niubbo: sì, tantissimo
Posizione Sociale:

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Morhca! il Ven 3 Feb 2017 - 2:16

Ci reincontreremo stotto altre spoglie!
avatar
Morhca!


Scheda PG
Razza/Tribù: Dryma - Uryen Dryma - Uryen
Niubbo: Sempre stato
Posizione Sociale: Guardiano

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci rivediamo sotto altre spoglie.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum